Ambiente

L’ambiente condiziona ed è a sua volta alterato dall’antropizzazione, quindi si analizzano qui le conseguenze degli interessi geopolitici collegati allo sfruttamento dell’acqua, al riscaldamento globale, allo scioglimenti dei ghiacci e alla desertificazione.

Accordo di EscazúCepal

Società civile e popoli indigeni: protagonisti dell’accordo di Escazú

Susanna De Guio
L’America Latina e il Caribe compongono una delle regioni del…
©Novatek

Risorse e rotte artiche in tempo di guerra

Alessandra Colarizi
L'inviato speciale Ue per l'Artico, Michael Mann ha commentato…

La terra, il petrolio e il conflitto

Tullio Togni
Luz Marina Arteaga Il corpo di Luz Marina Arteaga è stato ritrovato…

Raisi, il Giudice senza grazia

Marina Forti
Non c’è luna di miele per Ebrahim Raisi, insediato il 5 agosto…
popoli indigeni e sciopero nazionale

Popoli indigeni e sciopero nazionale

Tullio Togni
L’insurrezione in corso in una Colombia stremata da anni di…
una tassa mondiale

Global tax: come difendersi dalla Filibusta fiscale?

Alfredo Luís Somoza
La proposta di introduzione di una tassa mondiale che sia gestita…
terre rare e guerreElena Diego

Terre rare e guerre abbondanti

Claudio Canal
Lo stato kachin è una regione settentrionale di Myanmar/Birmania.…
Il Sahel è in ebollizione

I francesi non se ne sono mai andati dal Sahel. Parte 1 - Il Ciad prima di Déby

Eric Salerno
Inauguriamo con questo intervento di Eric Salerno, e con il successivo…
La perenne trasformazione della Terra

Materia della rete - rete della Materia

Claudio Canal
Geopolitica materialistica Preludio Intelligenza artificiale,…
L'assedio di Delhirawpixel

L'armata rurale assedia la Grande Delhi

Marina Forti
Chi avrebbe mai detto che una protesta di agricoltori avrebbe…
la minaccia della siccitàphuongphoto

Geopolitica della siccità: chi ha ucciso il Mekong?

Marina Forti
La “madre delle acque” Per il secondo anno consecutivo,…
Ambiente ed energia in Myanmar

Myanmar: fotovoltaico cinese e raffinerie indiane?

Sabrina Moles
Riportiamo sul nostro sito l'analisi di Sabrina Moles apparsa…
Sabotaggio: massima pressione su Rohani

Onda d'urto nucleare sull’Iran

Marina Forti
L'amministrazione Trump ha stracciato l’Accordo sul nucleare che l'Occidente con Obama aveva stipulato con il regime degli ayatollah; e Israele non perde occasione per sabotare gli impianti iraniani, da ultimo l'esplosione di Natanz il 2 luglio. Si crea così un duplice fronte, interno ed esterno all'Iran, insufficiente a mettere in crisi la Repubblica Islamica

Lo Spirito del tempo che percorre il territorio del Sahel

Luca Raineri, OGzero
Nei due anni che vanno dal maggio 2018 al giugno 2020 nel territorio…