Religioni

I fatti religiosi o le superstizioni che influenzano le vite dei popoli, i loro spostamenti volontari o gli esodi forzati, gli equilibri legati ai diversi culti che muovono intere popolazioni o animano guerre di potere che celano spesso interessi economici e esigenza di controllo.

una visione di insieme
/
Fabiana Triburgo
Questo saggio fa parte di una raccolta di articoli che fornisce…
conflitti e instabilità
/
Fabiana Triburgo
Questo saggio fa parte di una raccolta di articoli che fornisce…
Gli hazara di QuettaMustafa Gulzari
/
Gianni Sartori
Emozioni elitarie ad alta quota Vuoi per “provocazione amichevole”,…
il proliferare di milizie
/
Lorenzo Forlani
Il nastro si riavvolge riproponendo attentati Venerdì 22 gennaio,…
cambiamento in chiave thaiRap Against Dictatorship
/
Massimo Morello
Le trame della realtà affondano in radici magiche e simboli…
Le vie del controlloEric Salerno
/
Eric Salerno
Alto è sicurezza. Alto è potere. Alto domina il paesaggio e…
Periferie insorgenti
/
Angelo Ferrari
L’opportunismo jihadista sfrutta la pandemia Il terrorismo…
Devastante viaggio “diplomatico” di Pompeo in Israele
/
Amedeo Rossi
Ormai sembra inevitabile che il riottoso Trump sia costretto…
Dispute etniche e svolte liberiste in Corno d'Africa
/
Angelo Ferrari, OGzero
... anzi, il sottile velo delle dispute etniche non riesce a…
Rivolta a BeirutLayal Jebran
/
Lorenzo Forlani
Rappresentanze variabili solo all’università? Lo scorso 8…
I democratici Usa e Israele
/
Amedeo Rossi
Mentre il mondo è in trepida attesa che il bizzarro sistema…
Il vecchio sogno sionista lambisce il SudanFahd Bahady
/
Eric Salerno
Geopolitica. Termine attorno al quale prolificano think-tank…
Doha - Qatar: negoziati di pace intra-afgani, 12 settembre 2020
/
Giuliano Battiston, OGzero
O non è piuttosto quella di Mike Pompeo, segretario di stato…
Sabotaggio: massima pressione su Rohani
/
Marina Forti
L'amministrazione Trump ha stracciato l’Accordo sul nucleare che l'Occidente con Obama aveva stipulato con il regime degli ayatollah; e Israele non perde occasione per sabotare gli impianti iraniani, da ultimo l'esplosione di Natanz il 2 luglio. Si crea così un duplice fronte, interno ed esterno all'Iran, insufficiente a mettere in crisi la Repubblica Islamica
Mosaico di Madaba in Giordania
/
Eric Salerno
Archiviare i rapporti di forza coloniali in questo periodo di nazionalismi esasperati può ricondurre a modelli vecchi di secoli, anziché soddisfare le richieste di emancipazione dei popoli repressi: l'impero ottomano e quello russo tentano di ricreare le antiche sfere di influenza.
©Marco Gualazzini
/
Lorenzo Forlani
La guerra contro la diversità intraislamica: spettacolarizzazione…
/
Luca Raineri, OGzero
Nei due anni che vanno dal maggio 2018 al giugno 2020 nel territorio…
/
Elisa Giunchi
Segmentazione e unificazione tribale periodica nel contesto…
/
Alberto Negri
Ma come avevano reagito gli sceicchi alauiti all’abbraccio…
/
Alberto Negri
Questo era il mondo nella Qom dell’imam Musa al-Sadr,…